Video Centro Estetico Nails Cafè

Eccoci qui davanti al Nails Cafe di Raffaele Lipizzi, centro di estetica che deve migliaia di euro alle sue ex dipendenti dopo che per di più non pagavano straordinari!
Come si vede nel video il PDM arriva e incomincia a alzare le mani contro la protesta, i lavoratori si sono ovviamente tutelati ma poco dopo la polizia arriva e arresta un ragazzo senza motivo!
Siamo sempre qui: oggi I Padroni di Merda del Nails Cafe non lavorano!
Pretendiamo i soldi che spettano alle lavoratrici e il rilascio del ragazzo, di certo non smetteremo di vendicarci dei PDM solo perché le istituzioni li tutelano.

In questo video si vedono due cose importanti:

1) Un gruppo di lavoratori e lavoratrici che richiedono stipendi non pagati, fino a 7000 euro!, viene aggredito da Raffaele Lipizzi compagno della pdm del Nails Café Paola Sacripante, a sua volta pdm dell’adiacente parrucchiere Nove Hair Design.

2) La polizia invece di identificare il pdm che non paga gli stipendi alle dipendenti e che si arricchiesce con il loro lavoro, arresta una maschera bianca.

UN MESSAGGIO AI PADRONI DI MERDA: DOVETE PAGARE!
Sabato siamo tornati al Nails Cafe di Via Goito, in pieno centro, per pretendere i soldi che spettano alle lavoratrici. Mentre loro si arricchiscono, le istituzioni stanno a guardare e diverse dipendenti devono ancora avere migliaia di euro di stipendi mai pagati!
Questa volta non ci hanno attaccato, per un’ora si sono dovuti barricare dentro il negozio, mentre le maschere bianche bloccavano la via e i loro affari, così imparano la lezione: chi sfrutta e si approfitta dei lavoratori subirà la nostra vendetta. Contemporaneamente ci stiamo muovendo per vie legali, che mettiamo a disposizione con la forza della solidarietà collettiva, ma sappiamo che non bastano le vie tradizionali. Se vogliamo quello che ci spetta bisogna organizzarci tra lavoratori e smerdare i Padroni di Merda, ovunque!

SIAMO TORNATI IN VIA GOITO, I PDM SI NASCONDONO!
Oggi eravamo al Nove Hair Design a 5 metri dal Nails Cafe in via Goito a Bologna, che ha chiuso a causa dei nostri blitz.
Pensavano di essere furbe le sorelle Sacripante proprietarie del centro estetico, pensavano di far fallire la loro Srl e trasferirsi dal parrucchiere lì vicino, gestito dal fidanzato di una di loro, Raffaele Lipizzi, peccato che le abbiamo subito scoperte.
Recentemente non si sono presentate all’ispettorato del lavoro dove dovevano comparire, pensavano di scampare dai loro debiti, in particolare migliaia di euro di arretrati che devono a due dipendenti, ma noi siamo andati a scovarle. Si sono nascoste ma erano lì a lavorare usando il nome del Nails, frodando il fisco e fregandosene delle lavoratrici che aspettando stipendi arretrati da 9 mesi.

Centro Estetico Nails Cafè

Testimonianza n. 1:Buongiorno, volevo segnalare un noto centro estetico di Bologna Nails Cafè, via Goito 8/b. Azienda di famiglia composta da 3 sorelle e 1 fratello, produttori e creatori del loro marchio di semipermanente Parish, marchio internazionale e molto conosciuto. All’inizio si sono presentati molto bene e mi hanno fatto credere di poter fare carriera anche in questo lavoro, passano mesi e si inizia con il primo stipendio in ritardo, dopo altri due mesi sempre in ritardo fino ad arrivare a tre mensilità in ritardo poi ho deciso di dare le dimissioni, perché tramite una lista degli accrediti fatta alle poste ho anche scoperto che non mi sono mai stati pagati gli stipendi di: giugno, settembre 2018 e febbraio, aprile e maggio 2019. Chiamo ogni giorno in ufficio e non fanno altro che passarsi la palla a vicenda. Ho conosciuto anche altre ragazze che hanno lavorato li e anche loro devono ancora avere i soldi. Purtroppo è già il secondo lavoro che mi capita così. Due anni fa ho lavorato per un centro estetico, Vanilla Sky, Via Castiglione e stessa storia non ho più riavuto i miei soldi dopo il licenziamento

Testimonianza n. 2:Sono ad oggi una titolare di un centro estetico a Bologna costretta ad aprire causa vari maltrattamenti subiti in vari e diversi centri, pagata poco male e spesso non pagata del tutto. L’ultimo in questione è Nails Café in via Goito a Bologna, i titolari sono 3 sorelle ed un fratello. Essendo molto conosciuti ed avendo effettuato da loro diversi corsi mi chiesero se cercavo lavoro e mi sarebbe piaciuto lavorare per loro. All’epoca per me erano il top sfilate personaggi famosi ecc…e dissi di si. Feci uno stage non retribuito con la scuola che all’epoca frequentavo durante il periodo ovviamente mi misero a lavorare senza sosta poi dopo di che aspettai 3 mesi di lavoro in nero retribuito 8€ all’ora e ricevuti insieme dopo 3 mesi con il contratto di lavoro che partiva ovviamente nel mese di agosto proprio prima della chiusura estiva…mi hanno fatto credere di essere persone perbene ma in verità si sono rivelati mostri non seguendomi sbattendomi con i clienti senza sapere cosa dovessi fare..ho lavorato per 13 mesi senza pausa pranzo senza straordinari pagati..truffata da fantomatici corsi organizzati da loro che in teoria era formazione per il negozio quindi retribuita(mi hanno decurtato soldi dallo stupendio senza motivo giorni di ferie e mi hanno fatto pagare tutto il materiale per i corsi. NON PER ULTIMO AD OGGI NON HO ANCORA L’ULTIMO STIPENDIO E IL TFR. ED HO SCOPERTO CHE PER LE SFILATE PRENDONO DAI 1000€ ai 2000€ CADAUNA AD OGNI RAGAZZO CHE PARTECIPA GLI DANNO FALSE SPERANZE PERCHÉ LAVORI CON ANTONIO SACRIPANTE É PARISH LUI È LA PRIMA DONNA CHE SI PRENDE TUTTI I SOLDI E NON DÀ NÉ ALLOGGIO NÉ TRASFERTA NÉ PRANZO NÉ NULLA, I RAGAZZI LAVORANO COME VOLONTARI SENZA STIPENDIO PERCHÉ LI CONVINCONO CHE NON PRENDONO SOLDI…IO HO VISTO LE MAIL MANDATE A VARI BRAND…STATE ATTENTI! DA NAILS CAFE PARISH E ANTONIO SACRIPANTE TANTO FUMO E STOP.