Bar Gocce di Caffè

Testimonianza n. 1:Bar gocce di caffè. A Casalecchio Ho lavorato per lei 2 settimane a 1.300 euro al mese compreso tfr. Gli straordinari pagati in nero a 6.00 euro all’ora Non si poteva mangiare, il primo caffè era dopo 4 ore di lavoro, non puoi prenderti 5 minuti per fumare una sigaretta. Aveva messo un’annuncio cercasi barista e mi sono trovata a fare dei ragù e delle cotolette. Tratta di merda e dà della merda da mangiare. Ne ha due: uno è quello che ti ho detto, l’altro dove ho lavorato io è in centro la caserma della polizia quella sui viali. Quando sono andata al cip ho anche scoperto che la stronza mi aveva assunto come inserviente di cucina. La mia bella stronza che invece aveva detto che mi assumeva come barista di 5 livello, visto che comunque è da 20 anni che faccio questo lavoro. Il lavoro era dalle 5.00 del mattino alle 16.00 17.00 17.30 dipendeva da quanti poliziotti c’erano.

Agenzia Halldis

Testimonianza n. 1:Halldis SPA, multinazionale con sede a bologna in Via Cesare Battisti 33. Gestisce appartamenti di proprietari e li mette in affitto per scopo turistico. Affitti altissimi. Sfrutta i propri lavoratori. Donne delle pulizie + lavoratori di ufficio + accoglienza in appartamento. Inizialmente ti fa lavorare e ti pagano con collaborazione occasionale. Raggiunto il limite o ti apri la partita iva o sei fregato. Il city manager di Bologna, sig. Tortini, è un personaggio privo di qualsiasi scrupolo in campo lavorativo, per lui ogni persona è un numero da sfruttare per il suo tornaconto. Tratta i propri “dipemdenti” ( non si è dipendenti a partita iva) come propri galoppini con continue minacce e pressione che si avvicinano al mobbing. I lavoratori che collaborano con lui sono dipendenti mascherati a tutti gli effetti a cui non sono concesse ferie, malattia, tredicesima ecc. In cambio però pretende lavoro notturno, week end e presenza costante. Page basse o comunque mai adeguate alla quantità di lavoro che svolgi per lui.

Video Supermercato Interspar

Ieri siamo stati dentro l’Interspar di via larga, su segnalazioni da parte di ex lavoratori. Paghe bassissime per i neoassunti, orari massacranti, turni extra e straordinari all’ordine del giorno, forse è la normalità nella grande distribuzione, ma di certo non l’accettiamo.
Ci siamo stufati di accettare 6 euro l’ora e sentirci grati, o sottostare a sfuriate e rimproveri continui come fosse dovuto, o accettare straordinari per “aiutare l’azienda”. Aiutatevi da soli cari Padroni di Merda, care multinazionali che fatturate miliardi e ve li spartite tra manager e azionisti!
Dispiace che ci siano anche lavoratori che per qualche spicciolo in più si improvvisano difensori del padrone di turno.