Video Centro Estetico Nails Cafè

Eccoci qui davanti al Nails Cafe di Raffaele Lipizzi, centro di estetica che deve migliaia di euro alle sue ex dipendenti dopo che per di più non pagavano straordinari!
Come si vede nel video il PDM arriva e incomincia a alzare le mani contro la protesta, i lavoratori si sono ovviamente tutelati ma poco dopo la polizia arriva e arresta un ragazzo senza motivo!
Siamo sempre qui: oggi I Padroni di Merda del Nails Cafe non lavorano!
Pretendiamo i soldi che spettano alle lavoratrici e il rilascio del ragazzo, di certo non smetteremo di vendicarci dei PDM solo perché le istituzioni li tutelano.

In questo video si vedono due cose importanti:

1) Un gruppo di lavoratori e lavoratrici che richiedono stipendi non pagati, fino a 7000 euro!, viene aggredito da Raffaele Lipizzi compagno della pdm del Nails Café Paola Sacripante, a sua volta pdm dell’adiacente parrucchiere Nove Hair Design.

2) La polizia invece di identificare il pdm che non paga gli stipendi alle dipendenti e che si arricchiesce con il loro lavoro, arresta una maschera bianca.

UN MESSAGGIO AI PADRONI DI MERDA: DOVETE PAGARE!
Sabato siamo tornati al Nails Cafe di Via Goito, in pieno centro, per pretendere i soldi che spettano alle lavoratrici. Mentre loro si arricchiscono, le istituzioni stanno a guardare e diverse dipendenti devono ancora avere migliaia di euro di stipendi mai pagati!
Questa volta non ci hanno attaccato, per un’ora si sono dovuti barricare dentro il negozio, mentre le maschere bianche bloccavano la via e i loro affari, così imparano la lezione: chi sfrutta e si approfitta dei lavoratori subirà la nostra vendetta. Contemporaneamente ci stiamo muovendo per vie legali, che mettiamo a disposizione con la forza della solidarietà collettiva, ma sappiamo che non bastano le vie tradizionali. Se vogliamo quello che ci spetta bisogna organizzarci tra lavoratori e smerdare i Padroni di Merda, ovunque!

SIAMO TORNATI IN VIA GOITO, I PDM SI NASCONDONO!
Oggi eravamo al Nove Hair Design a 5 metri dal Nails Cafe in via Goito a Bologna, che ha chiuso a causa dei nostri blitz.
Pensavano di essere furbe le sorelle Sacripante proprietarie del centro estetico, pensavano di far fallire la loro Srl e trasferirsi dal parrucchiere lì vicino, gestito dal fidanzato di una di loro, Raffaele Lipizzi, peccato che le abbiamo subito scoperte.
Recentemente non si sono presentate all’ispettorato del lavoro dove dovevano comparire, pensavano di scampare dai loro debiti, in particolare migliaia di euro di arretrati che devono a due dipendenti, ma noi siamo andati a scovarle. Si sono nascoste ma erano lì a lavorare usando il nome del Nails, frodando il fisco e fregandosene delle lavoratrici che aspettando stipendi arretrati da 9 mesi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *