Centro di Terapia Ionoforetica

Testimonianza n. 1:ciao!! ho scoperto questo gruppo e penso sia il caso di dovervi raccontare la mia breve ma terribile esperienza presso un molto noto poliambulatorio privato poco fuori Bologna, a Borgo Panigale (non so se si possono fare nomi). Sono stata contattata dalla segretaria del capo a seguito della mia candidatura. Tutto è stato organizzato molto velocemente e il colloquio è stato estremamente breve (insomma una persona valeva l’altra, si percepiva la fretta di assumere) e abbindolata con la proposta di un indeterminato SUBITO. Il che era vero. Comunque, proprio per questa proposta, accetto e vengo inquadrata come segretaria (mansione diversa dalla mia qualifica)ma accetto perchè si parla di una parte indispensabile da conoscere ai fini di crescita professionale e perchè indeterminato. Il primo giorno firmo il contratto e inizio a lavorare, in affrancamento. Noto che l’ambiente è teso, tantissima clientela e troppe cose da fare in troppo poco tempo. Alle volte bisognava fare l’accettazione di una persona e al contempo rispondere alle mail o al telefono e non c’era nemmeno il tempo di bere se non nella pausa pranzo o a fine turno. Ma va bene così. Noto però che lo stress tra i lavoratori è notevole ed è dato dalle pressioni messe loro. Continui richiami anche davanti ai clienti e con toni poco professionali (voce molto alta) e sgarbati. Ovviamente io che sono l’ultima arrivata sono nel mirino. Passano 13 giorni durante i quali ho sempre lavorato in modo serio, puntuale, rispettosa del cliente e senza perdere tempo. Ovviamente errorini ne ho commessi non essendo io nata come segretaria (cosa specificata in sede di colloquio) ed essendo ancora in affrancamento. Ma finora nessuno mi aveva mai ripreso in modo drastico o in separata sede per qualcosa dalla gravità rilevante. Alla fine drl 13esimo giorno vengo chiamata di fretta e furia (solito) dalla segretaria del capo che, in presenza di una mia collega (quindi assenza totale di privacy e rispetto) mi consegna un foglio con sopra scritte 3 righe che sostanzialmente comunicavano il mio licenziamento con effetto immediato (ero ancora nei 3 mesi di prova). Io rimango basita e lei ovviamente non mi da giustificazioni se non “vedendo e sentendo in giro ** ha ritenuto tu non fossi idonea alla mansione”. Me ne sono andata senza proferire parola e scioccata da quanto accaduto. Ovviamente il capo in tutto questo mai visto, non si è degnato di comunicarmi la cosa di persona o darmi spiegazioni, ne tanto meno avvertirmi/allertarmi prima di prendere un provvedimento così importante. Per di più, sono qualificata per un lavoro diciamo più complesso e il fatto di sentirmi dire “non sei all’altezza” tanto più per un a quanto pare sentito dire mi ha lasciata profondamente umiliata. Leggo tutt’ora tra le recensioni che c’è un continuo turn over nella segreteria per cui diffidate dal luccichio della proposta del contratto indeterminato perchè questo è quello che vi aspetta. Se fossi restata di più sono sicura che il clima sarebbe sfociato nel mobbing (come stava succedendo). Per di più, avendo lavorato meno di 15+1 giorni ho perso tutti i contributi del mese. Uno schifo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *